La Spina Calcaneale: Cause, Sintomi e Trattamento

La Spina Calcaneale

Cause, Sintomi e Trattamento

Che cos’è la Spina Calcaneale?

La Spina Calcaneale può essere considerata come una massa ossea di accrescimento, di forma triangolare, che si manifesta nella porzione plantare del calcagno. Si verifica quando la fascia plantare (tessuto connettivo che unisce il tallone alle dita del piede) viene sottoposta ripetutamente a trazione e sovraccarico, generando micro lesioni alla sua origine (entesi).

Cause

Qual’è il motivo per cui viene?

La Spina Calaneale è prodotta da un accumulo di calcio, che si traduce in un accumulo di “osso” e che si evidenzia radiograficamente come una punta ossea alla base del calcagno. Questo accumulo osseo si deposita nella prima porzione della fascia plantare che strappandosi ripetutamente viene rinforzata con accumuli di calcio. La causa va ricercata nella cattiva funzionalità del piede, in particolar modo nella porzione posteriore del piede (retropiede) che per motivi strutturali, funzionali o per entrambi sovraffatica la fascia plantare che nel tempo non è più in grado di sopportare.

Diversi sono i fattori che possono aumentare le probabilità di comparsa della Spina Calcaneale:

  • Piede Pronato
  • Piede Piatto
  • Piede Cavo
  • Retrazione del Sistema Achilleo-Calcaneo-Plantare (tensione del tendine d’Achille)
  • Attività sportive svolti su terreni molto duri, in particolar modo se eseguite con scarpe inadeguate
  • Attività lavorative in cui si sta tanto tempo in piedi e fermi (ortostatismo)
  • Calzature inadeguate (sia per il tipo di attività che per la conformazione del proprio piede)
  • Sovrappeso

Tutti questi aspetti possono agevolare e far manifestare, generare o peggiorare quel dolore nel tallone così fastidioso e lancinante che impedisce anche semplicemente di camminare.

 Spina Calcaneale e Achillea associata ad Hallux Limitus Funzionale

Spina Calcaneale e Achillea associata ad Hallux Limitus Funzionale

Sintomi

La Spina Calcaneale è dolorosa?

Il sintomo principale della Spina Calcaneale è il dolore urente nella parte plantare e interna del tallone anche se nei casi più gravi può irradiarsi a tutta la pianta del piede. La Spina Calcaneale in se per se non da dolore ed il pensiero comune è che questa neo-formazione ossea possa comprimere i tessuti circostanti ed infiammarli. In realtà la spina calcaneale dovrebbe essere considerata come un segno clinico (modificazione della struttura) che avviene per una cattiva funzionalità e che non sovraffatica solo il tessuto osseo ma si ripercuote anche sulle strutture connettivali sia passive come la fascia plantare ed i legamenti profondi sia attive come i corpi muscolari ed i tendini interessando anche altre strutture che passano tra di loro come le arterie, le vene ed i nervi.

A che ora del giorno è più dolorosa?

L’infiammazione dei tessuti in genere provoca un aumento di compressione dei tessuti per la formazione del liquido infiammatorio (edema) che accumulandosi tra le varie strutture le comprime, pertanto il dolore è presente in forma acuta dopo uno stato di riposo come ad esempio di prima mattina, appena ci si alza dal letto o dopo essere stati seduti per un periodo di tempo abbastanza lungo e perdura per 10-20 minuti fino a quando camminando, e drenando il liquido infiammatorio, scompare definitivamente nelle forme più lievi o si riduce (quando il liquido non viene drenato sufficientemente) nelle forme più gravi.

 Esame Baropodometrico Dinamico

Esame Baropodometrico Dinamico

Diagnosi

Come si esegue la diagnosi?

Le patologie del piede sono quasi sempre, nel mondo medico, diagnosticate con molta superficialità. La difficoltà nell’eseguire un buon esame clinico in particolar modo nelle patologie del retropiede che manifestano dolori simili, quasi tutti presenti negli stessi punti, obbligano ad avvalersi di esami complementari come la radiografia che spesso anche in condizioni asintomatiche (si stima che più del 50% della popolazione presenta una spina calcaneale asintomatica) manifesta la presenza della spina calcaneale e quasi sempre la manifestazione dolorosa viene attribuita ad essa anche se spesso non è la causa dei dolori che il paziente avverte. Per questo motivo la diagnosi dovrebbe essere affidata al Podologo che concentrando la propria attività solo ed esclusivamente al piede acquisisce le capacità di rilevare ogni segno clinico e attraverso test specifici ed esami strumentali è in grado di stabilire le cause responsabili delle manifestazioni patologiche che il paziente riferisce ed è in grado di differenziale la causa primaria con altre manifestazioni dolorose, instauratesi secondariamente alla condizione primaria o dovute ad altre cause.

Trattamento

Qual’è il corretto trattamento della Spina Calcaneale?

Il trattamento della spina calcaneale varia notevolmente in base ai tempi di sofferenza, alle caratteristiche strutturali e biomeccaniche del piede, alla condizione medico-clinica ed alle abitudini occupazionali del paziente. Nei nostri ambulatori PODOlab spesso visitiamo pazienti che riferiscono di avere avuto degli episodi di dolore molti anni prima risoltasi rapidamente con terapie che prevedevano farmaci antinfiammatori o terapie fisiokinesiterapiche. Trattare questi pazienti risulta notevolmente difficile perché in genere la spina calcaneale è sempre dovuta ad un’alterazione di appoggio e funzione del piede e le terapie farmacologiche vengono prescritte esclusivamente per la gestione dell’infiammazione o del dolore ma non per la risoluzione del problema. La terapia corretta inizia nel valutare la morfologia del piede e sopratutto la sua funzione. Nei centri PODOlab, in genere, eseguiamo un’esame clinico accurato iniziando, dopo l’anamnesi, alla valutazione ortostatica podoscopica, a test clinici e valutazione del piede fuori carico aiutandoci con l’esame ecografico utilizzando sonde lineari ad alta frequenza per valutare dettagliatamente ogni struttura all’interno del piede ed infine eseguiamo una valutazione biomeccanica del piede con l’esame Baropodometrico che viene eseguito in ortostatismo ed in dinamica, infine acquisiamo, attraverso un podoscanner 3D, l’impronta del piede che verrà analizzata attraverso un software dedicato e che ci permetterà di avere sufficienti informazioni per poter costruire un’ortesi plantare personalizzata, comoda e confortevole che insieme al programma riabilitativo personalizzato riuscirà non solo a risolvere i forti dolori ma a prevenire quadri patologici più seri. Nelle forme molto avanzate o in quei pazienti con gravi problemi biomeccanici del piede è possibile risolvere la spina calcaneale  attraverso un trattamento chirurgico che nel centro PODOlab viene eseguito sempre con tecniche minimamente invasive che permettono, senza un ricovero ospedaliero, attraverso un’incisione di qualche millimetro ed in anestesia locale, la rimozione dello spina e l’allungamento della fascia plantare permettendo di camminare immediatamente dopo l’intervento e una completa assenza di dolore garantendo un post-operatorio accettabile per il quale il paziente riceverà un’assistenza 24 ore al giorno fino al processo di guarigione. Una volta terminata la fase di cura, è molto importante che il paziente adotti le corrette abitudini in merito allo stretching e all’uso di calzature corrette che dovrebbero essere utilizzate sia per la vita normale che per l’attività sportiva.

In PODOlab possiamo aiutarti, contattaci al n. 0823 642218 o tramite la nostra pagina contatti!

Lascia un commento

Your email address will not be published.